Quick contact info

Introducing a truly professional WordPress theme built to last! We developed Wilmër for all construction & architecture sites.

icon_widget_image 7300-7398 Colonial Rd, Brooklyn, NY 11209, USA icon_widget_image +39 06 40500002 icon_widget_image +39 055 413586 icon_widget_image +39 393 9166540 wilmer2@qodeinteractive.com

Edilfuni

Forature in quota: cosa sono e quando sono necessarie

Le forature in quota, anche dette carotaggio, sono uno dei lavori tipici dell’edilizia e vengono solitamente effettuate ad altezze elevate, in punti difficilmente raggiungibili.

Proprio per la natura dell’intervento, l’edilizia acrobatica si rivela un alleato validissimo: utilizzando le funi di sicurezza in luogo di impalcature e ponteggi, sarà più semplice per l’operatore raggiungere le zone più inaccessibili di un edificio e portare a termine il lavoro.

Edilfuni può realizzare questo tipo d’intervento in pochissimo tempo e senza creare disagi o imbarazzi all’edificio ed alle persone che lo frequentano: grazie alle corde di sicurezza, non ci saranno limiti di altezza e l’intervento non lascerà traccia, perché non verranno impiegati ponteggi, rampe o impalcature.

Cos’è il carotaggio?

Il carotaggio è una tecnica che trova applicazione in diversi settori, quali ad esempio l’archeologia, la geologia e la speleologia, ed è utilizzata per prelevare dei campioni di roccia di forma cilindrica e di diverse dimensioni, detti carote, che vengono staccati dalla massa originaria. Questa lavorazione viene eseguita attraverso l’utilizzo di macchinari specifici, come la carotatrice, che può essere utilizzata su diversi materiali, quali laterizi, calcestruzzo, pietra naturale e cemento armato.

La struttura principale viene perforata e l’asportazione del materiale avviene tramite abrasione: in questo modo si eviteranno sollecitazioni al materiale forato

Il carotaggio può essere realizzato a secco (ideale per mattoni, calcestruzzo, pietra e cemento armato) oppure ad umido (ottimo per asfalto, materiali naturali e pareti in laterizio).

Quando effettuare le forature in quota

Gli interventi di carotaggio vengono effettuati principalmente per due motivi, che vedremo nei prossimi paragrafi.

1 Analisi e campionamento dei materiali

Utile per valutare lo stato di conservazione di un edificio a seguito di eventi che potrebbero averne compromesso la stabilità, come terremoti o incendi.

Inoltre, l’analisi dei materiali può essere effettuata per comprendere al meglio la composizione della muratura, fattispecie che si rende necessaria nel momento in cui si va ad intervenire su edifici storici, dall’alto valore storico ed artistico: così facendo, si eviterà di danneggiare la struttura.

2 Aspetti legati ad esigenze edilizie – Quando si effettuano interventi di natura edilizia, l’apertura di fori nei materiali può servire per future lavorazioni:

  • Inserimento di tasselli chimici o meccanici
  • Immissione di tiranti di sicurezza e consolidamento
  • Fori di areazione
  • Fori per il passaggio di canne fumarie
  • Passaggio di tubazioni
  • Installazione di elementi che serviranno gli impianti elettrici, idraulici e di condizionamento

Vantaggi delle forature in quota

Il carotaggio garantisce diversi vantaggi rispetto ai metodi di lavoro tradizionali, che prevedono ad esempio l’utilizzo di trapani o martelli demolitori.

Innanzitutto, il carotaggio assicura la realizzazione di un intervento molto preciso (la perforazione ha una precisione millimetrica), rapido (grazie al volume minore di materiale asportato) e pulito (visto che non genera polvere, soprattutto nel caso del carotaggio ad umido).

Inoltre, l’uso della carotatrice preserva la struttura dalle vibrazioni (generate invece dall’impiego dei metodi più comuni), può perforare tutti i principali materiali da costruzione e realizzare forature impegnative (in termini di diametro e lunghezza) senza danneggiare la struttura ed i materiali stessi.