Come pulire la facciata di un palazzo a vetri?

I vetri condominiali sono soggetti a smog, fuliggine, aloni di pioggia e fango: la sporcizia si accumula inesorabilmente, soprattutto in condizioni metereologiche avverse, e la pulizia deve essere effettuata regolarmente, affinché il decoro e l’estetica del palazzo vengano rispettati.

Difatti, la facciata di un palazzo rappresenta il biglietto da visita dello stabile e nel caso di edifici commerciali, ad esempio, l’aspetto esteriore finisce per riflettersi nell’opinione delle persone riguardo l’impresa: mantenere una facciata pulita non è più un semplice capriccio o legato solo ad un fattore estetico, ma diventa un vero e proprio obbligo.

La pulizia dei vetri 

La pulizia delle facciate di un palazzo a vetri in quota viene effettuata su edifici e palazzi di tutte le altezze dotati di vetrate. Per evitare qualsiasi tipo di rischio, ed avere la certezza di un lavoro eseguito ad arte, è necessario rivolgersi a professionisti, affidandosi a servizi di pulizia professionale che saranno in grado di assicurare risultati certi e di qualità, attraverso l’impiego di manodopera qualificata ed attrezzature professionali. 

Durante il processo di pulizia bisognerà utilizzare i prodotti adeguati, evitando assolutamente detergenti abrasivi o corrosivi, nocivi per la superficie in vetro: acqua e sapone neutro si rivelano un’accoppiata vincente, e coadiuvati dall’utilizzo di spugne e panni morbidi rimuoveranno gran parte dello sporco. 

Ogni quanto pulire le facciate?

La periodicità della pulizia può dipendere dal tipo di ambiente in cui è costruito l’edificio (regioni costiere, con mare e fango, oppure luoghi in cui piove molto) o dalla presenza o meno di inquinamento (che comporta fuliggine e smog): in questi casi, la pulizia dovrebbe essere eseguita almeno una volta al mese. 

Chi effettua questo tipo di lavorazioni?

Edilfuni, attraverso l’utilizzo dell’edilizia acrobatica, è in grado di eseguire tutti i tipi di lavorazione ad alta quota, tra cui rientra la pulizia delle facciate realizzate in vetro, un servizio versatile e personalizzabile: grazie a tecniche derivanti dall’alpinismo e dall’arrampicata, gli operatori lavorano attraverso l’uso di cavi e funi professionali, senza l’impiego di ponteggi o strutture di sostegno, riducendo in questo modo sia i costi che i tempi di realizzazione dell’intervento di pulizia. 

Lo staff è composto da tutti professionisti muniti della necessaria esperienza per potersi dedicare a questa difficile attività.

I vantaggi di scegliere la pulizia dei vetri su fune

Se si deciderà di affidarsi ad una ditta specializzata in lavori ad alta quota, per prima cosa ci sarà un risparmio economico notevole, eliminando la spesa di piattaforme e ponteggi e si opterà per una scelta con minor impatto sull’ambiente. In secondo luogo questo tipo di intervento non arrecherà alcun disturbo agli inquilini del palazzo durante l’operazione, né ne ostacolerà il passaggio.

Edilfuni garantisce precisione e rapidità d’intervento, con un conseguente risparmio economico, e solleverà il cliente da tutti gli aspetti burocratici che caratterizzano il lavoro, mantenendo uno standard lavorativo altamente professionale e qualificato.

Gli strumenti che caratterizzano l’edilizia su fune sono composti da imbragature di sicurezza, casco, guanti, scarpe speciali, corde e moschettoni da arrampicata, che permetteranno all’operatore di muoversi in totale sicurezza anche ad altezze elevate.

I lavori edili eseguiti con metodi acrobatici devono ovviamente rispettare le norme di sicurezza previste dalla legge, e gli operatori devono affrontare specifici corsi di formazione per lavorare ad alta quota, ottenendo l’abilitazione ai lavori su corda (esiste in merito il Decreto Legislativo n. 81/2008, testo coordinato con il Decreto Legislativo n. 106/2009).

  • Share