Quando è necessario effettuare il rifacimento della facciata?

La facciata di uno stabile è un importante fattore da non sottovalutare, non solo per l’estetica ma anche e soprattutto per la struttura dell’edificio.

Dalla facciata possono nascere danni strutturali che possono causare disagi ma anche incidenti che coinvolgono cose e persone.

Ecco perché è importante prendersene cura e mantenerla sempre in salute. Non si può ricorrere al rifacimento della facciata unicamente quando si manifestano delle problematiche ma va eseguita una manutenzione costante per garantire il suo perfetto stato di salute.

Ciò che non è considerato è quanto la facciata sia esposta costantemente agli agenti atmosferici e seppur utilizziamo prodotti di qualità a lungo andare possono rovinarsi e cedere. Grandine, pioggia, forte sole e tanto altro danneggiano la facciata e possono causare dei danni che vanno a colpire la struttura dell’edificio.

Quando eseguire la manutenzione ordinaria?

Abbiamo parlato di manutenzione ordinaria, la manutenzione ordinaria va eseguita almeno ogni 10 massimo 15 anni. Non si tratta unicamente di ridipingere le pareti esterne dell’edificio ma di eseguire anche un controllo perfetto da parte di tecnici specializzati che possono verificare l’eventuale presenza di danni alla struttura. Quando si esegue la manutenzione ordinaria si va perciò a:

  • Ripristinare l’intonaco dell’edificio.
  • Mettere in sicurezza l’edificio da eventuali parti pericolanti.

Quali sono gli ammaloramenti che si possono maggiormente riscontrare nei nostri edifici?

Le parete dei nostri edifici sono costantemente esposti a subire gli agenti atmosferici e le varie condizioni atmosferiche. I danni perciò che sono maggiormente riscontrati ad una facciata di un edificio sono:

  • Muffa presente sull’edificio che oltre a non avere un bell’aspetto non è sana né per l’edificio né per chi lo vive. I muri tendono ad indebolirsi, screpolarsi e rompersi a lungo andare. La muffa può causare allergie e varie problematiche;.
  • Fessure superficiali sulle mura;
  • Crepe, mura scorticate, vernice ed intonaco decadenti.

Non è insolito vedere intonaco cadere a terra all’improvviso, e questo si manifesta perché non si è tenuta una corretta manutenzione dell’edificio. Dobbiamo perciò eliminare la possibilità che queste problematiche accadano, evitando incidenti involontari che coinvolgono cose e persone.

Per farlo l’unica scelta è quella di sfruttare una manutenzione ordinaria dell’edificio, ed una manutenzione straordinaria con interventi mirati quando verifichiamo la comparsa di una problematica.

Chi esegue la manutenzione ordinaria e straordinaria?

La manutenzione ordinaria e straordinaria di un appartamento deve essere svolta da personale tecnico qualificato.

Ad occuparsene sono le Imprese edilizie come la Edilfuni che hanno competenza nel settore e sono in grado di individuare tutti i danni e rimettere in salute il nostro edificio.

Ricorda che un problema esterno può arrivare alla struttura dell’intero edificio compromettendola inevitabilmente. Quindi non possiamo permettere che questa ipotesi si verifichi, nel caso di necessità è bene chiamare subito una ditta che risolva il problema.

  • Share

Leave A Comment