Edilizia Acrobatica: in cosa consiste e i dubbi più frequenti

Funi e acrobazie, quel che serve per portare in scena uno spettacolo per la manutenzione e la riqualifica degli edifici. L’edilizia per la ristrutturazione totale o parziale di facciate o per la pulizia delle grondaie si reinventa e propone una soluzione per snellire i tempi di lavoro, i costi e dimenticare l’ingombro dei ponteggi, tutto in totale sicurezza. L’edilizia acrobatica è una risorsa alternativa che ottimizza il lavoro con l’abilità degli esperti e un pizzico del loro coraggio, permette di assicurare benessere e discrezione ai condomini durante lo svolgimento dei lavori e realizza il sogno dei più piccoli: i supereroi esistono davvero!

L’edilizia acrobatica è l’alternativa ai metodi tradizionali per gli interventi di installazione, manutenzione, risanamento, ristrutturazione e pulizia degli edifici e monumenti, un servizio completo reso possibile grazie alla grande esperienza dei professionisti nel settore. Questa è la realtà di Edilfuni che con la sua squadra di tecnici e muratori altamente specializzati e abilitati alla professione del lavoro su corda, rende possibile l’impossibile sfidando la gravità su fune.

Per chi non conosce ancora questa proposta alternativa, allo stupore di osservare all’opera degli esperti con imbrago, spesso si accompagna qualche dubbio. Le perplessità sono più che lecite se consideriamo che questi interventi sembrano più operazioni cinematografiche che edili. La proposta acrobatica è un diversivo alla tradizionale, non delude la resa finale dell’operato e permette di velocizzare i tempi di svolgimento e diminuire i costi. La prima regola imprescindibile alla base di ogni lavoro è la sicurezza. Ogni operatore è abilitato alla professione secondo rigide normative che ne garantiscono la competenza. Edilfuni ha ottenuto l’accreditamento con l’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AIFOS) ad erogare direttamente la formazione utile per ottenere la qualifica di “Addetto ai sistemi di accesso e posizionamento mediante funi” assicurando così una squadra che può operare in massima sicurezza nel cantiere.

I professionisti di Edilfuni sono tecnici specializzati e formati per adempiere pienamente a quanto previsto dai decreti legislativi di riferimento e operano con Dispositivi di Protezione Individuali, i quali permettono di azzerare le probabilità di incidenti lavorando su corda.

L’edilizia acrobatica segue con diligenza le normative vigenti in Italia. Le condizioni di sicurezza in cui devono svolgersi i lavori in quota sono state regolamentate dal Testo Unico 81/2008 (capo II, titolo IV). Il 27 agosto 2010 il Ministero del Lavoro ha approfondito l’argomento emanando una circolare con cui spiega l’ambito di applicabilità della normativa in questione.

Il testo unico 81/2008 definisce i lavori in quota come “un’attività lavorativa che espone il lavoratore al rischio di caduta da una quota posta ad altezza superiore a 2 m rispetto a un piano stabile”. Lavori come la potatura di alberi o l’installazione di un’antenna possono rientrare nei cosiddetti lavori in quota. I Lavori su corda, invece, garantiscono la massima sicurezza agli operatori grazie all’efficacia dei Dispositivi di Protezione Individuali. Il tasso di incidenti nel 2013 (ultimo anno disponibile), a livello mondiale, è stato pari allo 0,46%. (I dati sono consultabili all’interno del WASA Report pubblicato da IRATA – Industrial Rope Access Trade Association).

Ma quali sono i vantaggi dell’edilizia su corda? In primis, l’edilizia acrobatica permette di snellire i tempi di lavoro, aspetto da non sottovalutare per assicurare la libertà dei condomini. La differenza sostanziale con l’edilizia tradizionale è l’assenza di ponteggi o di piattaforme aeree. Pensiamo ad un’intera facciata di un palazzo di cinque piani: evitare il montaggio e la rimozione delle strutture permette di guadagnare del tempo utile. Non solo. L’intervento senza ponteggi assicura ai condomini benessere e sicurezza allontanando il timore dei furti, uno spiacevole rischio che si corre durante le ore di inattività del cantiere. Edilfuni garantisce inoltre la gestione al 100% di ogni parte della documentazione prevista dalla normativa e di competenza dell’azienda osservando la piena tutela dell’amministratore di condominio e di tutti i condomini.

Ma dove è possibile operare su corda? Gli operatori del settore si muovono con abilità calandosi da edifici residenziali e non come i condomini, strutture alberghiere, centri direzionali, strutture ospedaliere, chiese e monumenti. Uno dei vantaggi dell’edilizia acrobatica è quello di poter accedere agilmente a strutture meno regolari e più “ostiche” per l’intervento di restauro, manutenzione o pulizia.

Cosa rende così abili e agili i professionisti del settore? Alla base della preparazione di ogni operatore, oltre alla loro indubbia dote naturale a sfidare le altezze, ci sono una tecnica e una strumentazione fondamentale che permette loro di lavorare in sicurezza ed efficienza. Il sistema si basa sulla doppia fune in sicurezza:

  •       La prima fune (quella di lavoro) serve al posizionamento.
  •       La seconda (quella di sicurezza) ha la protezione anticaduta.

Il sistema di lavoro con funi è costituito interamente da DPI anticaduta affidato alla competenza dell’operatore. Come detto, è fondamentale che siano formati adeguatamente e in possesso del brevetto per lavori con fune. Una squadra di professionisti inoltre, è sempre composta da tecnici che provvedono alla sorveglianza e al controllo di ogni cantiere.

L’edilizia acrobatica si propone come valida alternativa alla tradizionale, leggera nel prezzo come il suo operato, senza ponteggi né strutture aeree.

Hai bisogno di ristrutturare la tua casa? Desideri un preventivo? Rivolgiti agli esperti di Edilfuni all’indirizzo:  info@edilfuni.it

  • Share

Leave A Comment